INTERVISTA A PAIGE BRADLEY

NOVEMBRE 2020

PAIGE BRADLEY

Paige Bradley è una scultrice americana dotata di un'incredibile conoscenza e preparazione. Sin da giovanissima, a soli nove anni sapeva già quale sarebbe stata la sua carriera, e si è concentrata dapprima sul disegno e poi sulla scultura in bronzo.

I suoi studi l'hanno portata a studiare anche in Italia, dove ha conosciuto una vera e propria passione per l'opera di Michelangelo.

I suoi lavori sono caratterizzati da forti dicotomie e contrasti, in essi si legge la volontà dell'artista di parlare un linguaggio che superi le barriere del tempo e dello spazio ed è questo che rende i suoi bronzi così contemporanei e moderni.

All images © courtesy of Paige Bradley

SitoWeb: https://paigebradley.com

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
bradley_expansion.jpg

Nella tua biografia ho letto come l'arte sia sempre stata una parte importante della tua vita fin dall'infanzia, e che l'idea di una carriera artistica sembrasse quasi una naturale evoluzione. Quanto pensi si sia evoluta e cambiata rispetto agli inizi?

La mia idea di diventare un'artista nasce fin da giovanissima. Fino a quando non mi sono trasferita a New York, credevo di poter cambiare il mondo con le mie opere d'arte. Immagino di avere avuto un po 'di ego, ma ho lavorato molto duramente per essere certa di saper fare quello che dicevo.

Dopo aver incontrato galleristi, curatori e altri artisti di New York, mi sono resa conto di quanto fosse profondo e vasto il mondo dell'arte e sono rimasta sopraffatta. E' stato allora che ho compreso che essere bravi e precisi non è ciò che rende l'arte una"buona arte". È essenziale essere visionari, onesti e vivere la condizione umana in modo trasparente. Ora, a tanti anni dagli inizi della mia carriera, sento che il mio pensiero si è evoluto, ho capito che è la mia arte che segue la mia vita piuttosto che il contrario. Crescere i miei figli e diventare più saggi è il viaggio, e ora la mia opera d'arte segue le storie della mia vita. Essendo aperta, vulnerabile e onesta durante la creazione, posso connettermi agli altri attraverso l'arte.

 

Perché scegli di fare riferimento a modelli reali quando lavori sulle tue sculture? È correlato alla tua ricerca di rappresentare la verità e il reale?

I modelli di vita reale mi offrono l'opportunità di vedere la natura così com'è, non come penso che sia. Creare esclusivamente dalla mente è molto limitante. Essendo una generazione lontana dalla realtà, l'idea della realtà della mente è perfettamente organizzata, ridondante e semplicistica. Io inseguo il caos della natura perché qui stanno le dicotomie che si trovano nei nostri cuori; il bello e il brutto, il morbido e il forte, il silenzioso e il forte.

bradley_vertigo_series.jpg
bradley_academia_half.jpg

L'Italia ha rappresentato alcune tappe importanti della tua vita. Puoi raccontarci qualcosa al riguardo. Come ti ha aiutato nella tua crescita artistica?

 

Mentre studiavo a Firenze durante il mio secondo anno di college, sono rimasta affascinata da Michelangelo. Per me è diventata una persona reale, non un'icona o un dio. Ho seguito le sue orme per le strade, da Pietrasanta a Roma, ho voluto capire il suo genio e la sua dedizione al suo mestiere. Disegnavo anche ogni sera all'Accademia d'Arte di Firenze, quando era ancora una scuola poco conosciuta. Cosa più importante, mi sono resa conto di quanto fossi diversa dagli altri 40 studenti della mia classe che studiavano economia, comunicazione e finanza. Ho visto il mondo in modo differente e sono stata spinta a iniziare a lavorare. Portavo a casa sacchi di argilla da 50 libbre nella villa e lavoravo di notte mentre i miei coetanei erano in città a bere e ballare. È stato così bello conoscere il mio percorso sin da giovane. Ma l'impegno che richiedeva a volte mi portava alla solitudine. Sapevo che Michelangelo si sentiva allo stesso modo.

 

 

Expansion, scultura in bronzo di una donna seduta in meditazione, è una scultura di forte impatto e successo. Uno dei motivi è l'uso della corrente ma anche il messaggio che porta. Puoi parlarci di questo lavoro? Come è nata l'ispirazione? Cosa volevi esprimere?

 

Nel mio lavoro sono spinta dal desiderio di esprimere l'anima. Prima di creare Expansion, pensavo di poterla  trovare solo cercando di essere veramente accurata e brava. Sfortunatamente, ha funzionato in modo opposto e la cura dei dettagli ha effettivamente ucciso l'anima del pezzo. Mi sentivo frustrata dal fatto che una scultura in bronzo fosse sempre solida e scura. L'anima sente l'opposto, e io volevo catturare l'irraggiungibile. Ho iniziato a pensare fuori dal mio paradigma e non limitarmi alle regole. Fu allora che capii quanto essere visionari fosse essenziale per essere veramente creativi.

Dalla creazione di Expansion ne sono seguiti molti altri e ha assunto un significato tutto suo. Ora appartiene al mondo e il suo significato supera di gran lunga qualsiasi cosa avrei potuto fornire da sola.

 

 

Trovo molto interessanti i materiali innovativi che utilizzi. Come scegli i materiali per i tuoi lavori? Qual è l'idea principale che cerchi?

 

Di solito ciò che succede nella mia vita mi spinge verso i soggetti che ho bisogno di ritrarre. E questo porta ai materiali. A volte non riesco ad arrivare al mio studio (bambini che studiano a casa, clima invernale, ecc.) Ed è allora che mi piace scolpire la pasta polimerica dal tavolo della cucina e cuocerla nel forno. A volte scatto una foto o vedo un paesaggio che ho davvero bisogno di disegnare o dipingere. Altre volte uso l'argilla a base d'acqua quando voglio mettere giù un pensiero velocemente. Abbiamo così tanti materiali diversi ora che gli scultori precedenti non avevano. Saldatura, acciaio inossidabile, colori brillanti della vernice e ingegneria con programmi per computer 3D sono solo alcune delle cose che sono cambiate da quando Rodin ha scolpito. In fin dei conti, mi interessa solo spostare l'antica forma di scultura in avanti verso la nostra sensibilità di oggi.

bradley_illumination.jpg
bradley_freedom_bound.jpg

C'è una sezione del tuo sito dedicata ai disegni. Come senti questa espressione artistica? Come propedeutica alla realizzazione delle sculture o come qualcosa di distaccato e importante di per sé?

 

Il disegno mi è molto caro. È stato il mio primo amore e anche la base più importante di tutto. Non puoi essere un artista se non sai disegnare. Di solito non disegno una scultura prima di iniziare a scolpire, ma a volte schizzo prima varie idee. Quando guardo gli schizzi di grandi artisti, in qualche modo sento che i tratti di grafite sulle pagine sono più vivi dei dipinti o dei bronzi. Gli schizzi mi portano in un momento singolare in cui è nata un'idea o è stato studiato un concetto. L'artista non avrebbe mai voluto che così tanti occhi fissassero il taccuino o il blocco da disegno. È il processo principale per trovare se stessi; messa a terra prima del volo. C'è un'immediatezza e un'onestà che accompagna la comunicazione privata di un semplice foglio e matita. Un giorno potrei scrivere un libro a riguardo.

 

 

Molti dei tuoi lavori sono stati esposti in spazi esterni mentre altri in interni; quale ambientazione preferisci?

 

Non posso dire di preferire l'una all'altra. Ho alcuni bronzi a casa mia e alcuni all'aperto. Qualsiasi impostazione può essere modificata in modo drammatico quando un'opera d'arte viene collocata nel punto giusto. Adoro vedere il bronzo in natura. Soprattutto perché un dipinto non può vivere all'aperto, ma un bronzo può. In alternativa, ho visto come una semplice figura in bronzo scuro possa ravvivare pareti interne grigio chiaro creando nuove forme, motivi e spazi.

 

 

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro? I tuoi prossimi progetti?

 

Ho una lunga lista di nuovi argomenti che voglio affrontare. Devo catturare l'essenza dell'infanzia prima che i miei figli crescano troppo. Ho bisogno di iniziare a dipingere perché ho cose da dire anche su questo mezzo. Mi piacerebbe vedere Espansione in un giardino pubblico dove i visitatori possano andare a vederlo, come mi viene chiesto spesso. Quindi mi sento infinitamente impegnata!

 

bradley_trust.jpg
unnamed.jpg
bradley_nurture.jpg